Rimini Web Marketing Event 09

24 novembre 2009 at 01:47 9 commenti

Ho trascorso il fine settimana a Rimini per il tanto atteso Web Marketing Event: sono stati due giorni sensazionali, ricchi di spunti e di nuove conoscenze davvero interessanti.

L’organizzazione dell’evento, curata da Titanka, è stata nel complesso buona: bella e funzionale la sede (Rimini Fiera), personale di servizio piuttosto gentile. Un paio di pecche: assenza di rete wi-fi (quindi niente live blogging!) e punti di ristoro indecentemente cari.

Ma veniamo agli aspetti rilevanti: i preparatissimi relatori, coordinati fa Fabio Sutto e moderati da Elena Farinelli, si sono alternati nell’esposizione dei vari aspetti inerenti al web marketing, con particolare riferimento al settore del turismo online.

Pare che la platea fosse costituita al 70% da albergatori, particolare di cui sono rimasta sorpresa, dato il livello degli interventi: si è parlato sia di aspetti legati alla comunicazione online ed ai Social Media, che di argomenti più tecnici, come SEO e Web Analytics.

Gli interventi sono stati (quasi) tutti caratterizzati da chiarezza nell’esposizione ed approccio pratico: tanti consigli utili e spunti per mettere in atto una strategia di web marketing integrata, non tanto con la pretesa di insegnare ma di far prendere coscienza di come diversi strumenti online siano rilevanti ed azionabili per avvicinarsi ai propri utenti.

Rimini Web Marketing Event 2009

Durante il viaggio di ritorno verso Firenze, insieme ai miei compagni di avventura Roberto Fumarola ed Elena Farinelli, abbiamo messo a fuoco un paio di concetti che a nostro avviso sono stati il filo conduttore dei diversi interventi:

  • narrowcasting vs broadcasting: a differenza delle forme di comunicazione tradizionale, dove il “rumore” predomina e l’informazione è riversata sugli spettatori indistintamente, il web è in grado di dare risposte centrate, personalizzate in base alle preferenze degli utenti. Complice della personalizzazione è sicuramente l’evoluzione dei motori di ricerca sempre più centrati sulla query, come ci hanno illustrato Piersante Paneghel (a proposito di SEO) e Luca Bove insieme a Fabio Sutto (intervenuti sulla Local Search di Google). E’ quindi estremamente importante che i contenuti di un sito riflettano questa evoluzione: la guest star Avinash Kaushik, Analytics Evangelist di Google, ci ha dato numerosi spunti per utilizzare al meglio le Web Analytics, gestendo i contenuti delle pagine in base alle preferenze dei nostri utenti, tenendo sempre ben presenti i nostri obiettivi di fondo.Il concetto di narrowcasting racchiude quindi anche quello di “ascolto”: parlando di Social Media Marketing, Claudio Vaccaro ci ha mostrato come prendere parte alla conversazione con i nostri clienti e prospect, sia ascoltando che stimolando la partecipazione degli altri e creando engagement.

    La personalizzazione è stato un argomento egregiamente esposto anche da Alessandro Binello durante il suo intervento sull’e-mail Marketing: l’introduzione di criteri di segmentazione della propria clientela nell’invio di newsletter può guidare la composizione dei contenuti, dando maggiore rilievo agli interessi principali del target. Molto utile integrare nelle e-mail elementi di tipo social (ad es. le icone per iscriversi alla fan page di facebook) e contenuti generati dagli utenti (opinioni espresse dai propri clienti), che aumentano il tasso di apertura del 12% e le conversioni del 10%.

  • Un’altra parola chiave del RWME, è stata “testare”: i relatori ci hanno incoraggiato molto a sperimentare, evitando di iniziare ad utilizzare i diversi strumenti basandosi su convinzioni che spesso si rilevano errate. Lo ha esposto molto chiaramente Federico Calore, parlando di Keyword Advertising; è stato un gran peccato che abbia dovuto tagliare la parte finale  dell’intervento per mancanza di tempo!

Notevole l’intervento di Gianpaolo Lorusso sull’usabilità: dato che investiamo per farci trovare sui motori di ricerca, una volta che gli utenti arrivano sul nostro sito non possiamo di certo farceli scappare! E’ bene evitare quindi il rumore di cui ci parlava anche Piersante, facilitando il percorso di navigazione dell’utente, rendendo i testi il più leggibili possibile e gli elementi grafici “puliti”.

A chiusura dell’evento, Marco Ziero ed Andrea Serravezza, insieme a Fabio Sutto, ci hanno aperto gli occhi sulla rivoluzione in atto in campo Mobile, argomento già introdotto da Elena all’inizio della seconda giornata: le ricerche di hotel e ristoranti effettuate da dispositivi cellulari evoluti sono sempre più frequenti, è necessario quindi tener conto di questa opportunità nel proprio marketing mix.

Nonostante mi sarebbe piaciuto approfondire ulteriormente diversi interventi, l’esperienza è stata nel complesso molto positiva, soprattutto grazie all’elevata competenza dei relatori. La platea ha partecipato con numerose domande che sono state in parte discusse al termine degli interventi. L’entusiasmo è stato testimoniato anche dalla valanga di tweets contrassegnati con #rwme, hashtag che domenica sera era addirittura nei top 5 di twitter!

Annunci

Entry filed under: Turismo online, Users Generated Contents, Web Marketing. Tags: , , .

Google, Bing e Yahoo a confronto Identikit dell’agri-turista 2009

9 commenti Add your own

  • 1. Gianpaolo  |  24 novembre 2009 alle 13:48

    Grazie Claudia,
    troppo buona ;-)

    Gianpaolo (Lorusso)

    Rispondi
    • 2. claudia martino  |  24 novembre 2009 alle 14:15

      ciao Gianpaolo, il tuo intervento è stato molto apprezzato, ho sentito commenti molto positivi!

      Rispondi
  • 3. Valentina  |  25 novembre 2009 alle 17:21

    Peccato ero in fiera e anche io ho sentito commenti molto positivi

    Rispondi
  • 4. Roberto Fumarola  |  2 dicembre 2009 alle 00:14

    Che settimana questa post evento, sto riemergendo più o meno solo adesso… e domani si riparte per Varese e Milano.. uff..

    Ce la facciamo a vederci prima delle feste??? Massì! :)

    Rispondi
    • 5. claudia martino  |  2 dicembre 2009 alle 08:40

      ma certo! prima delle feste assolutamente sì, almeno mi racconti le news ;-)

      Rispondi
  • 6. Claudio Vaccaro  |  4 dicembre 2009 alle 03:05

    Ciao Claudia, è stato un piacere conoscerti speriamo di incrociarci nuovamente…magari a roma, se capiti di qui ;)

    Rispondi
    • 7. claudia martino  |  4 dicembre 2009 alle 08:08

      è stato bellissimo incontrarvi! spero ci sia presto occasione di vederci di nuovo :-)

      Rispondi
      • 8. Gianpaolo  |  4 dicembre 2009 alle 11:43

        Ci siete alla Convention di Giorgio Taverniti a Riccione questo week end?

        Gianp

      • 9. claudia martino  |  4 dicembre 2009 alle 12:18

        purtroppo no! sono troppo indaffarata questo fine settimana. Ho visto che ci sono un sacco di interventi interessanti, tenetemi aggiornata!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Questa sono io

Claudia Martino

Da Google a Dublino

Who’s that girl?

Nome: Claudia Martino
e-mail: info@claudiamartino.it
Chi sono

Per la replica dei contenuti di questo blog:

Creative Commons License

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: