Giorgio Taverniti a Pescia: evento sul Web Marketing turistico

26 settembre 2009 at 16:04 10 commenti

Oggi ha inizio l’evento gratuito sul Web marketing Turisctico organzizato da GT Study Days, capitanato da Giorgio Taverniti. Siamo in quel di Pescia, provincia di Pistoia, in località Collodi per l’esattezza (sì quella di Pinocchio!). Ad ospitare l’evento è l’osteria Gambero Rosso, che offre spazi per convegni.

Stamattina è intervenuta Roberta Milano, docente di Web Marketing Turistico all’Università di Genova. Prendendo spunto dai dati della ricerca sull’e-commerce realizzata da Politecnico di Milano per Netcomm, la discussione si accende sulla presunta disintermediazione nel settore del turismo. Infatti, prima del’era di internet, i tour operator erano gli intermediari che si frapponevano tra domanda ed offerta nella maggior parte delle prenotazioni. Con l’avvento della rete, si è inizialmente pensato ad una disintermediazione pura e semplice: la struttura entra direttamente in contatto con i potenziali clienti, attraverso il proprio sito internet. In realtà il mercato si è poi evoluto vedendo la presenza di nuovi intermediari, gli OAT (online tour operator) ed i portali come Expedia, Booking ecc.
La possibilità di disintermediazione resta interessante per la coda lunga, quindi per strutture che si posizionino per servizi particolari, quindi per chiavi di ricerca composite e di nicchia. Ad es: agriturismo con piscina e percorsi trekking.

Annunci

Entry filed under: Turismo online. Tags: , .

I benefici del web 2.0 per le aziende GT Study Days a Pescia: e-mail Marketing con Alessandro Binello

10 commenti Add your own

  • 1. Robert Piattelli  |  27 settembre 2009 alle 11:10

    Claudia, un sabato interessante!

    Rispondi
    • 2. claudia martino  |  28 settembre 2009 alle 09:25

      Vero Robert, ricco di spunti. Mi è piaciuto molto anche il clima partecipativo della platea, domande interessanti e risposte pratiche.

      Rispondi
  • 3. Roberta Milano  |  28 settembre 2009 alle 09:23

    Claudia, grazie per la citazione. In effetti mi ha fatto molto piacere che l’argomento disintermediazione abbia suscitato grande interesse, lo trovo argomento non solo di grande attualità ma in continua e veloce evoluzione. Reperire dati certi non è così facile ma nei prossimi mesi mi dedicherò a questa ricerca e spero di pubblicare sul blog qualche altro spunto degno di nota

    Rispondi
  • 4. claudia martino  |  28 settembre 2009 alle 09:43

    Davvero interessanti le riflessioni che sono emerse. Continuo a seguirti sul blog così se ci sono aggiornamenti scateniamo un altro bel dibattito :-)

    Rispondi
  • 5. Giorgio Taverniti  |  28 settembre 2009 alle 09:53

    Grazie mille per i tuoi report e per i tuoi feedback :)

    Rispondi
    • 6. claudia martino  |  28 settembre 2009 alle 09:55

      Grazie a te Giorgio! purtroppo ho potuto partecipare soltanto sabato, ma mi sto documentando sulla giornata di ieri e mi sembra sia stata altrettanto esplosiva :-)
      a presto e complimenti per l’evento

      Rispondi
  • 7. localitaitaliane  |  30 settembre 2009 alle 08:15

    Ma la tendenza verso la disintermediazione rimane comunque forte e comincia a palesarsi anche nelle nicchie.

    Rispondi
  • 8. claudia martino  |  30 settembre 2009 alle 09:55

    direi che nelle nicchie l’opportunità di disintermediare va colta al volo ed è sicuramente già efficace per molti operatori.
    Al di fuori della coda lunga la tendenza è presente, ma trovo che siano ancora relativamente pochi gli operatori italiani in ambito turistico consapevoli del fatto che è necessario investire in contenuti e strategie integrate ben gestite sui diversi media online.

    Rispondi
  • 9. Davide Simionato  |  30 settembre 2009 alle 12:25

    Eh si ragazzi… deve essere stata davvero una discussione interessante!!!
    Io faccio parte dello staff di Nozio, l’azienda che cerca di diffondere i Valori della disintermediazione… vi segnalo la nostra Carta dei Valori che trovate sul nostro portale http://www.nozio.com, valori che poi si concretizzano in un modello di business che vuole concretizzare una distribuzione diretta… ma non si tratta solo di “distribuzione”… è proprio un modo di pensare…
    Segnalo anche il blog nato da qualche mese relativo alla disintermediazione: http://www.disintermediazione.it... sarei felice di sapere cosa ne pensate!!

    Rispondi
  • […] capire se la frammentazione del fatturato nel settore turistico sia aumentata: la tanto citata disintermediazione sta provocando un aumento dei player, e quindi una maggiore indipendenza delle strutture ricettive […]

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Questa sono io

Claudia Martino

Da Google a Dublino

Who’s that girl?

Nome: Claudia Martino
e-mail: info@claudiamartino.it
Chi sono

Per la replica dei contenuti di questo blog:

Creative Commons License

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: