Twitter: un utile strumento per il vostro business

4 agosto 2009 at 08:49 8 commenti

Si sente tanto parlare di Twitter…ma cos’è? e soprattutto, come far sì che diventi uno strumento di business?

Twitter è un information network attraverso il quale milioni di persone condivisono pensieri, opinioni ed idee, concentrate in frasi di 140 caratteri. I tweets (ovvero le frasi pubblicate da ciascun utente) sono pubbliche; l’utente decide quali messaggi ricevere e leggere: cisacuno ha dei “seguaci” (persone interessate a seguire cosa l’utente scrive) ed è a sua volta “follower” di altri utenti.

Cosa può fare Twitter per il vostro business? è un mezzo di utilizzo molto semplice e veloce per condividere qualsisasi tipo di informazione con persone interessate alla vostra azienda o tipologia di business, raccogliere in tempo reale informazioni di mercato  e feedback, costruire relazioni con il cliente finale e con altri soggetti interessati (anche solo potenzialmente) alla vostra attività.
Il primo passo consiste nel partecipare alla conversazione ascoltando cosa dicono gli altri di voi: digitate il nome della vostra azienda o di un vostro prodotto nel box di ricerca. In questo modo comapriranno i tweets pubblicati da chiunque abbia scritto di quel brand in particolare, quindi anche di utenti che non seguite direttamente. Ascoltare gli utenti e partecipare alla conversazione con consigli e notizie relative ad un prodotto e servizio, non solo genererà del traffico diretto al vostro sito aziendale (che è reso noto accanto al nome dell’utente, nei suoi dettagli personali) ma nel lungo termine creerà engagement verso il cliente finale.

Inoltre Twitter si è rivelato molto potente come canale integrato agli media online d offline, in particolare per operazioni promozionali. E’ molto celebre il caso di Dell, che con il suo account Twitter (@delloutlet) ha raggiunto un fatturato di due milioni di euro, realizzati atttraverso Twitter, in soli due anni dall’inizio dell’uso di questo canale. I tweets si Dell contenevano codici per accedere a promozioni sul sito e-commerce, sconti, notizie riguardanti prodotti specifici ecc. Dal giugno 2007 (nascita dell’account su Twitter) ad oggi I followers di @delloutlet sono cresciuti costantemente fino a superare quota 620.000.

Dell_Twitter

Un altro caso molto celebre di integrazione dei socila media nel piano Marketing aziendale è rappresentato da Starbucks: in questo caso l’obiettivo della strategia riguarda la brand awarness.

Twitter ha pubblicato una sorta di manuale d’uso per gli utenti business. Uno degli aspetti fondamentali da tenere presente è il tono della conversazione: deve essere rilassato, informale ed amichevole. Non si tratta di un mezzo per farsi pubblicità diretta ma di un utile strumento per partecipare ad una conversazione. Atteggiamenti commerciali troppo diretti e “spamming” non pagano.

Annunci

Entry filed under: Marketing Digitale, Social Networks, Twitter, Web Marketing. Tags: , , , .

Pubblicità Online: quanto guadagnano Facebook e MySpace? Misurare i risultati di business su Twitter

8 commenti Add your own

  • 1. Johanna  |  25 agosto 2009 alle 14:59

    ma guarda un pò.
    ecco.
    sto impazzendo a fare una ricerca sulle possibilità di twitter nella promozione (per promuovere un’associazione culturale di un’amica). una collega mi fa vedere per caso il blog della Claudina. e cosa vedo? anche tu stai seguendo twitter che mi sembra tanto sottovalutato in Italia (ma va là).
    che dici? quando le aziende italiane lo scopriranno finalmente, sarà già passato di moda?
    have a nice day,
    Johanna

    Rispondi
    • 2. claudia martino  |  25 agosto 2009 alle 17:26

      com’è piccolo il web :-) che bello risentirti!!
      come sempre noi italiani arriviamo un po’ dopo, quando l’eccellenza raggiunta da altri all’estero ci convince a provare. Il vantaggio è che possiamo scopiazzare le best practise degli altri :-)
      Ho conosciuto 2 fiorentini che per ora hanno provato con successo “in piccolo” ad utilizzare twitter per business: si tratta in entrambi i casi di prodotti eno-gastronomici; hanno avuto grande successo ricercando la parola “firenze” e “florence” nei tweets di sconosciuti che stavano viaggiando in toscana, invitandoli a recarsi da loro per acquistare prodotti con degli ottimi sconti.
      Secondo me in ambito culturale può funzionare, sempre come strumento di marketing terriotoriale; se pensi poi ai prossimi sviluppi in termini di geo-localizzazione direi che è uno strumento di cui la tua amica non può fare a meno!
      Fammi sapere gli sviluppi!
      Un abbraccio
      Claudia

      Rispondi
      • 3. Johanna  |  25 agosto 2009 alle 17:53

        interessanti sono i tweets pubblicitari. un mediatore conosciuto (specie di concessionaria) è BE-A-MAGPIE.
        con be-a-magpie si possono generare facilmente le proprie campagne pubblicitarie o guadagnare come user di twitter.
        gli user con molti followers e che scrivono molti tweets, possono fare il login con la propria password. di seguito possono configurare quanti tweets pubblicitari potranno essere pubblicati e in quale posizione (non male).
        è possibile autorizzare manualmente la pubblicazione dei tweets pubblicitari. in questo modo si evitano messaggi pubblicitari che non piacciono.
        gli user hanno un proprio conto dove possono verificare lo stato attuale del guadagno. se hai guadagnato 30 euro, be-a-magpie ti chiede i tuoi dati di paypal e ti fa il bonifico.
        insomma, un pò come google-ads, ma hai più possibilità di gestire autonomamente gli spazi pubblicitari e selezionare i messaggi.

      • 4. claudia martino  |  25 agosto 2009 alle 18:13

        interessante, non lo conoscevo. Una specie di doubleclick per twitter insomma. Spero solo che l’uso pubblicitario del mezzo non prevalga sul tono colloquiale originario…

  • […] Settembre 2009 Dopo aver parlato dell’utilizzo aziendale di Twitter vediamo quali strumenti ci sono in giro per misurare i risultati delle vostre campagne. Come in […]

    Rispondi
  • […] 20 febbraio 2010 Utilizzare i social network come leva strategica per il proprio business: è uno degli arogmenti più gettonati degli utlimi tempi, in ambito di web marketing. L’efficacia dei social media sui risultati economici di un’azienda può essere sia di tipo indiretto (creazione di awarness ed engagement) che di tipo diretto (lancio di promozioni e sconti). […]

    Rispondi
  • […] di fan: in vetta alla classifica spiccano YouTube, CocaCola e Starbucks (il quale ha adottato un strategia di successo anche su Twitter). Più che di pagine fan si tratta di veri e propri siti, attraverso i quali le aziende generano […]

    Rispondi
  • 8. geofisica  |  25 ottobre 2012 alle 03:57

    Estimado
    Me gustó la forma en que aborda sobre el tema.
    Volveré volviendo esta página

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Questa sono io

Claudia Martino

Da Google a Dublino

Who’s that girl?

Nome: Claudia Martino
e-mail: info@claudiamartino.it
Chi sono

Per la replica dei contenuti di questo blog:

Creative Commons License

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: