Bing vs Google: cosa svela l’eye-tracking?

22 giugno 2009 at 23:40 2 commenti

Recentemente User Centric, istituto di ricerca di Chicago, ha pubblicato i risultati di uno studio che ha messo a confronto Google con il neonato motore di ricerca Bing.
In particolare, è stato esaminato l’eye-tracking di un gruppo di utenti: si tratta di una metodologia di tracciamento oculare che rileva il movimento degli occhi di chi sta davanti allo schermo.
Lo scopo della ricerca era:
1) paragonare la distribuzione dell’attenzione su aree equivalenti di Bing e Google;
2) valutare quanta attenzione è catturata da aree peculiari di Bing.

La ricerca ha evidenziato come i due motori non differiscono per attenzione dedicata alla ricerca organica, alla quale gli utenti dedicano in media 7 secondi.
Pari merito anche per i link sponsorizzati posti al di sopra della risultati organici, che hanno catturato l’attenzione del 90% degli utilizzatori.

Le differenze iniziano a spuntare per i risultati sponsorizzati sulla destra: il 42% del campione ha letto quelli di Bing, mentre per Google la percentuale è del 25%.
Anche per quanto riguarda le ricerche correlate (related search), suggerite in alcuni risultati di ricerca, Bing ha la meglio:  il 31% degli utenti sono stati attirati da tali suggerimenti (che si trovano a sinistra dei risultati), mentre per Google soltanto il 5% h spostato l’attenzione su tale strumento, che si trova in fondo alla pagina.

Al di là della ricerca, che prende i considerazione soltanto l’eye-tracking, è opinione diffusa che Google dia ancora risultati migliori e più efficienti. Dalla sua Google ha anche una forte brand identity, difficile da battere nel breve termine. Chissà se la crescente importanza di Bing avrà effetti sul modo di fare SEO…

Sulla Search Engine Optimization leggi anche questo.

Annunci

Entry filed under: SEO, Web Marketing. Tags: , , , .

Twitter: la rete contro la censura in Iran Turismo online: cosa si dice di voi su tripadvisor e trivago?

2 commenti Add your own

  • 1. project playlist  |  30 dicembre 2016 alle 03:16

    Good answer back in return of this issue with
    real arguments and explaining all on tthe topic off that.

    Rispondi
  • 2. SEM  |  22 febbraio 2017 alle 18:45

    Hmm it looks like your blog ate my first comment (it was extremely long) so I guess I’ll just sum it up what
    I had written and say, I’m thoroughly enjoying your blog.
    I too am an aspiring blog writer but I’m still new to
    everything. Do you have any tips for newbie blog writers?
    I’d genuinely appreciate it.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Questa sono io

Claudia Martino

Da Google a Dublino

Who’s that girl?

Nome: Claudia Martino
e-mail: info@claudiamartino.it
Chi sono

Per la replica dei contenuti di questo blog:

Creative Commons License

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: